Presente il 7 e 8 Marzo 2015 con HUMANITARTS alla collettiva ARTE TRA SOGNO E BISOGNO

Collettiva, raccolta firme e Live Painting

Sarò presente il 7 e 8 Marzo 2015 alla collettiva ARTE TRA SOGNO E BISOGNO

Malpensafiere, sezione artistica dell’expo ARTIGIANA 2015

Via XI Settembre, 16 Busto Arsizio (VA) ITALY

Visitatori: Ingresso libero

ARTE TRA SOGNO E BISOGNO

Madrina dell’evento:

Dolores Puthod, socia onoraria di HumanitArs14, fondatrice MD Musei Diffusi

Dolores Puthod sarà presente anche durante il semestre EXPO con diversi temi nei seguenti luoghi:

A MILANO, con un percorso sul Dialogo Interreligioso nelle tre chiese vicino al Duomo (San. Raffaele, San Bernardino alle ossa e Santo Stefano).

Live performances al PICCOLO TEATRO e a Palazzo Cusani.

ALLA REGGIA DI MONZA – TEATRINO con la mostra “L’anima del segno teatrale” opere sulla Commedia dell’arte e Spettacolo con Ferruccio Soleri, l'arlecchino del Piccolo Teatro di Milano.

A CESANO MADERNO, Palazzo Borromeo con una grande mostra Antologica.

A CONCESIO Museo Paolo VI con una mostra di opere scelte sul Dialogo interreligioso e la ufficializzazione dell'acquisizione di un dipinto da parte del Museo stesso.

Al VITTORIALE di GARDONE RIVIERA con evento speciale, in occasione dell'acquisizione di 3 opere da parte del Museo d'arte del Vittoriale.

A BRESCIA Centro Documentale Con una mostra antologica di opere scelte.

A TRADATE, Musei Diffusi Dolores Puthod - Spazio 1 in occasione dell'uscita del 3 volume su i disegni di Dolores Puthod, Expo 2015: i disegni.

Follow us www.doloresputhod.it https://www.facebook.com/pages/Dolores-Puthod/110026702369815

Biografia essenziale

Dolores Puthod, nata a Milano nel 1934 da genitori francesi riparati in Italia dalla Spagna a causa della guerra civile, nella sua lunga e importante carriera ha realizzato migliaia di capolavori (oltre 5000 disegni e 3000 dipinti) alcuni di notevoli dimensioni. È un talento precoce: a soli 12 anni durante il suo periodo di studi a Cannes dipinge i suoi primi oli che saranno visti da Pablo Picasso il quale la esorterà a continuare. Tornata a Milano, Si diploma all'Accademia di Belle Arti di Brera nel 1956, giovanissima, entra in scenografia al Teatro alla Scala come allieva di Nicola Benois il quale, folgorato dai suoi disegni, la terrà a lavorare con sé per nove anni.

Il teatro è, infatti, il grande amore della Puthod e nel 1950, è lei a disegnare i costumi de I Dialoghi di Platone per la compagnia teatrale di Ruggero Ruggeri e a collaborare alle scenografie di Picasso per Il cappello a tre punte e, di De Chirico, per Mefistofele, accostandosi così ai maestri dell’arte e della regia teatrale che si succederanno in quegli anni.

Dolores Puthod ama l’Italia dove ha vissuto, lavorato, dove sono nati i suoi figli e, pur avendo ottenuto i meritati riconoscimenti altrove nel mondo, (ha esposto ricevendo premi e riconoscimenti tra gli altri, al Teatro Bolschioi, al Teatro alla Scala, all'Opera di Lille, al Auditorium Ravel di Lione, al Teatro Municipal di Santiago del Chile, all'Aula Nervi nello Stato Del Vaticano, al Museo of Performing Arts di New York, al Conservatorio Nazionale d'Arte Drammatica a Parigi, all'Ambasciata d'Italia di Parigi, di Algeri, di Santiago del Chile, di Strasburgo, e in vari Istituti Italiani di cultura nel mondo, collaborando con UNESCO, UNICEF, NATO, CITTA' DEL VATICANO e con molti governi di varie nazionalità), è a Milano che il suo cuore l’ha condotta in occasione del Bicentenario del Teatro alla Scala, con la Mostra esposta nel 1978 all'Arengario, invitata dall'allora sovrintendente della Scala, Carlo Maria Badini e dal Comune, durante il quale le sono state commissionate numerose tele di grandi dimensioni che hanno poi girato tutto il mondo.

Itinerante, è stata anche la grande mostra / spettacolo "regards sur la Comedia dell'Arte" che con l'arlecchino del Piccolo Teatro di Milano, Ferruccio Soleri, ha portato uno sguardo profondo e colto sulla storia del Teatro italiano fin dalle sue origini con una performances che vedeva i due grandi artisti duettare tra pennello e scena.

Come d'altronde itinerante sarà la grande mostra sul bicentenario della rivoluzione francese partita dal Cortile della Rocchetta al Castello Sforzesco di milano il 14 luglio 1989 alla presenza delle autorità francesi ed italiane ricordata da tutti per la grande tela di 11 metri per tre ora esposta temporaneamente al Museo biblioteca Frera di Tradate, sede tra l'altro di uno dei suoi Musei diffusi.

Con il trascorrere degli anni, la sua pittura si è fatta più riflessiva fino, a volte, a ripiegarsi su se stessa. Il maestro Puthod ha cercato nuovi linguaggi pur rimanendo fedele al canone figurativo, e alcuni suoi quadri hanno trovato scorci intimisti e richiami a Goya, da lei molto amato. Il suo sguardo si è rivolto pure alla solitudine dell'uomo contemporaneo, visto dalla pittrice come attorcigliato e strozzato dai lacci di false identità.

Hanno scritto di lei oltre a Madre Teresa di Calcutta anche Borgese, Monteverdi, De Grada, de Micheli, Quintavalle, Galvano, il Cardinal Pignedoli,Bo, Miquel, Spike, Volponi, Levi, Pepper, Goorma, Aprile, Guerri, Amicone, Sgarbi, il Cardinal Ravasi, Monsignor Sguaitamatti, Caligiuri, Mojana, Bolpagni e tanti altri.

Il suo grande dipinto "Followers of God" del 1978 , tuttora conservato nel Palazzo del Pontificio Consiglio Interreligioso a Roma, è stato dichiarato profetico da S.S. Giovanni Paolo II, dalla Beata Madre Teresa di Calcutta e dagli studiosi dell'epoca.

Riproposto durante la grande esposizione personale " searching for God" in Aula Nervi inaugurata dal Cardinal Arinze per il giubileo durante le giornate sul dialogo interreligioso alla presenza delle massime autorità delle varie confessioni.

Dal 2014 ha dato il nome a numerosi musei (MD Musei Diffusi Dolores Puthod) aperti sul territorio italiano e prossimamente in Europa, e il regista Federico Angi in omaggio ai suoi 80 anni, le ha dedicato il lungometraggio"29200 Puthod, l 'altra verità della realtà" sulla sua vita e sulle sue opere, pluripremiato all'AIFF international film festival.

La Giorgio Mondadori Editore ha pubblicato nella collana dei “Grandi Maestri” due volumi sulle opere di Dolores Puthod ed è in fase di preparazione il terzo volume sull'immenso lavoro dedicato ai suoi disegni, incisioni e bozzetti preparatori.

Humanitars14, associazione di promozione sociale, organizza la seconda edizione della collettiva sul tema:

Arte tra Sogno e Bisogno.

Le opere rappresentano intime visioni di sogni e bisogni, invitano a ripensarne i significati e i valori, spingendo ciascuno a una più profonda riflessione su quali siano i veri sogni da realizzare e i reali bisogni da soddisfare.

Per l’artista l’arte è il Sogno di creare bellezza, ma è anche il Bisogno di realizzarla concretamente, di mostrarla e condividerla in modo accessibile.

Durante i due week-end di esposizione sarà effettuata una raccolta firme per il progetto coworking art: artisti e semplici cittadini condividono risorse, conoscenze, abilità, in comuni spazi di lavoro, da individuare e richiedere, a condizioni agevolate, a privati e ad amministrazioni pubbliche, con il concorso di enti associazioni e imprese, per realizzare progetti personali e opere a scopo sociale.

Sabato 7 Marzo 2015, Dolores Puthod, Maestro internazionale di pittura inaugurerà le manifestazioni e sarà presente in più momenti, raccontando:” l’arte in tre generazioni” la storia della sua vita, in 65 anni di pittura e il passaggio di testimone alle generazioni successive, la figlia Marialuisa Angi e il nipote Federico Angi autore del film “29200 Puthod, l’altra verità della realtà”, pluripremiato all’AIFF, Ariano International Film Festival nel 2014.

Sempre Sabato 7 Marzo 2015 spazio ai giovani con live painting su pannelli in area esterna coperta, all’opera noti street artists mostreranno come nasce un grande graffito. Saranno documentati murales di riqualificazione urbana di aree pubbliche e private del territorio.

Elenco Street Artists (non definitivo): Cheone, Giambattista Leoni, Neon, Blob, Crea e altri.

Parteciperanno in qualità di soci Humanitars14: pittori, scultori, fotografi, illustratori, designers e creativi che desiderano farsi conoscere fuori dalle logiche usuali delle gallerie, in modo diretto e sostenibile, in ragione di un piccolo contributo per l’allestimento.

Un grande spazio-arte all’interno della fiera ARTIGIANA che nel 2014 ha raggiunto 16.000 visitatori di cui 1.000 dalla Svizzera.

Ornella Nicola presidente di HumanitArs14, ha avviato da oltre 2 anni una raccolta firme per il progetto coworkig art, ora sottoscritto anche dal Maestro Puthod, molto sensibile all’iniziativa.

Lo scopo dell’associazione costituitasi come a.p.s nel Novembre 2014 è individuare e ottenere il riuso di edifici dismessi sia pubblici che privati per realizzare comuni spazi di lavoro per artisti e artigiani che realizzeranno proprie opere e altre a scopo sociale. Il concorso di altre associazioni e il sostegno di istituzioni, fondazioni ed esponenti dell’arte e della cultura sono determinanti per l’avanzamento del progetto.

Durante i cinque giorni della manifestazione saranno presenti

associazioni culturali: Tracce per la meta,

cooperative sociali e associazioni artistiche: Impront Art, Artisti in movimento,

associazioni ambientaliste: Guardiani del lago,

associazioni per l’intercultura: Charazade,

inoltre la rappresentanza di un gruppo di studio cittadino sul riuso degli spazi dismessi a Saronno.

Gli artisti di HumanitArs14 condividono e sostengono il progetto in uno spazio d’incontro nato per avvicinare l’arte a un pubblico vasto ed eterogeneo, inoltre per renderla accessibile e comprensibile a tutti, vi saranno: laboratori creativi, workshop, presentazione di libri, live painting per creare un’opera con la partecipazione diretta del pubblico.

Il concept della mostra vuole evidenziare il significato del “lavoro”dell’artista come strumento prezioso per rivitalizzare il tessuto sociale ed economico della Provincia di Varese e dell’Alto Milanese. ne è testimone il maestro Puthodcon lo Spazio 1 – MD Musei Diffusi a Tradate – Biblioteca Museo Frera, spazio interculturale dove periodicamente si tengono laboratori, convegni e workshop gratuiti per contaminare soprattutto i giovani, col verbo dell’arte.

L’arte non è merce, eppure, può produrre lavoro e benessere, sia materiale che spirituale.

Secondo Ornella Nicola Il “sistema dell’arte” ha il compito di opporsi alla crisi economica e sociale, la valorizzazione dei beni culturali può e deve rientrare nelle politiche territoriali che, istituzioni, imprese, associazioni e liberi cittadini, sono chiamati ad attuare.

Tutti possono e devono concorre a far crescere l’immenso patrimonio culturale, esistente e sconosciuto che è la più grande risorsa per la ripresa del nostro paese.

Giovani talenti e alcuni noti artisti saranno uniti per affermare che:

“L’arte abbraccia le periferie urbane e umane e questa mostra-incontro abbraccia la volontà di condividere nuovi stili per vivere e condividere le immense risorse di ciascuno, per manifestarle ed esprimerle generando un vantaggio comune.

Elenco Artisti (non definitivo):

Dolores Puthod, (Madrina dell’evento), Marialuisa Angi, Federico Angi, Liana Sopelsa, Kia Ruffato, Alessandra Biancuzzi, Federica Protti, Michele Micheletti, Mario Pariani, Ezio Foglia, Anna Cannuz Canavesi, Angelo Sofo, Raffaella Corradini, Annalisa Colombo, Ornella Nicola e altri.

Altre informazioni sono reperibili sull’evento fb: Arte tra Sogno e Bisogno:

https://www.facebook.com/humanitars14 e alle pagine fb: https://www.facebook.com/humanitars14

https://www.facebook.com/pages/Dolores-Puthod/110026702369815

https://www.facebook.com/MarialuisaAngi

https://www.facebook.com/pages/SCA-Sperimentazione-Cinematografica-Artistica/178101905642107

info telefoniche: +39 339 8343731 – 377 4268499

info e-mail: expo@humanitars14.org

Il nuovo sito di HumanitArs14 è in costruzione, qui il link alle foto dell’edizione 2013: http://humanitars14.altervista.org/galleria/

Link expo Artigiana: http://www.artigiana.info/

Ornella Nicola

Presidente ass. di promozione sociale HumanitArs14

Via Carducci, 1 - 21052 Busto Arsizio (VA) ITALIA

Mobile: 377 4268499 - e-mail HumanitArs14 per info mostra: expo@humanitars14.org

Mobile Ornella Nicola: 339 8343731 - e-mail personale Ornella Nicola: onarton@alice.it

https://www.facebook.com/Acasaexpo/photos/np.119037914.1492968292/884323254957126/?type=1&notif_t=notify_me

Featured Posts
Recent Posts
Follow Us
  • Twitter Clean
  • Instagram Clean
  • LinkedIn Clean
  • Facebook Clean

ALESSANDRA BIANCUZZI